Resta in contatto

Approfondimenti

Angelo Corsi cuore Cosenza: dice no alla mega offerta della Reggina

Il capitano dei Lupi è stato contattato dagli emissari di Gallo: offerto un contratto pluriennale a cifre alte ma sono prevalsi il suo amore per i colori rossoblu e il forte legame con la città dei Bruzi

Nella scorsa settimana avevamo dato in esclusiva la notizia che il capitano Corsi fosse finito nel mirino dell’ambiziosa Reggina. Il leader indiscusso del Cosenza piace moltissimo a Luca Gallo, tant’è che lo stesso presidente del club amaranto si sarebbe interessato in prima persona, dopo che aveva mandato in avanscoperta alcuni suoi emissari, al numero 2 dei Lupi. C’è stato chi nelle stanze dei bottoni di Via degli Stadi, una volta letta la notizia sul nostro sito, ha distribuito abbondanti dosi di sarcasmo sull’indiscrezione di mercato.

Sul fatto che il club amaranto volesse fortemente Corsi, per quel che ci riguarda abbiamo avuto più di una conferma. L’offerta che è stata fatta al calciatore è di quelle difficili da non prendere in considerazione, visto che si è trattato di un accordo pluriennale a cifre pazzesche. Ingaggio quasi triplicato rispetto a quello sottoscritto con il Cosenza la cui scadenza è fissata al 30 giugno 2020. Ma Angioletto, come ormai lo chiamano affettuosamente i sostenitori rossoblu, ha rispedito al mittente l’offerta. Troppo forte il suo legame con il club rossoblu e con la città dei bruzi: motivo per il quale ha detto di no all’offertona della Reggina.

Nato a Ferentino il 18 maggio 1989, Angelo Corsi, orgoglioso della sua Supino, nonostante il grave infortunio patito domenica 17 febbraio dopo una ventina di minuti di gioco della partita con la Cremonese, è sempre rimasto leader indiscusso della squadra. Punto di riferimento imprescindibile per tutto il gruppo. E se mai ce ne fosse stato bisogno, a fortificare le sue indiscusse qualità da leader sono state le parole di Braglia dopo la salvezza aritmetica e la lettera di Bittante (nella foto di Andrea Rosito l’abbraccio tra Corsi e l’ex Empoli sul terreno del Marulla dopo la partita con il Venezia) pubblicata sui social.

Un calciatore come lui lo vorrebbero avere qualsiasi club e di certo gli farebbero sottoscrivere un contratto a vita. Una “regola” che, evidentemente, non vale per Guarascio nonostante le 160 presenze in campionato in 5 stagioni e mezza (arrivato a gennaio 2014 con il Cosenza nell’ex C2, quindi 4 campionati di C e la Serie B di quest’anno) di Corsi in rossoblu. Intanto si annuncia tirato a lucido per l’inizio della nuova stagione nel ritiro di San Giovanni in Fiore, poi sarà il campo a confermare quanto sia indispensabile legare il capitano a vita in rossoblu…

 

2 Commenti

2
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Leonardo NittiMarcello Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Leonardo Nitti
Ospite
Leonardo Nitti

Mi congratulo con il capitano
Lo so e’ una scelta difficile
I soldi sono soldi per un giocatore
Corsi pero’ non è Baclet
Sono dell’avviso che la carriera di un giocatore e’ breve e piu’ si guadagna e’ meglio

Marcello
Ospite
Marcello

E’ ancora qua, non vuole andare via………

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

L'angolo del Sì!Happy

Vedi tutte le offerte a COSENZA su Sì!Happy

Altro da Approfondimenti